Frutta ORIGINALE

FRAGOLA

Per fragola si intendono i frutti delle piante del genere Fragaria a cui appartengono molte specie differenti. In realtà si tratta di un falso frutto e frutto aggregato. Comunemente con questo termine si intende la parte edibile della pianta: anche se le fragole sono considerate dei frutti dal punto di vista nutrizionale, non lo sono dal punto di vista botanico, in quanto i frutti veri e propri sono i cosiddetti acheni, ossia i semini gialli che si notano sulla superficie della fragola. La fragola viene considerata come un frutto aggregato perché non è altro che il ricettacolo ingrossato di un’infiorescenza, posizionata di norma su un apposito stelo.

ALBICOCCA

Le albicocche sono frutti molto apprezzati dal mercato e sono tra i primi a fare comparsa nei banchi dei supermercati nella stagione estiva. Consumate mature sono molto dolci e appetibili, con un indice di sazietà piuttosto elevato. Sono un’ottima fonte di vitamina A e potassio. Esistono molte varietà di albicocche, tutte simili nel gusto ma che possono variare nella grandezza e nel colore (da giallo ad arancione scuro). La stagione delle albicocche si estende dalla tarda primavera (metà maggio) all’estate (fino ad agosto). Si consiglia di non acquistare frutti troppo acerbi, duri con tinte verdi, poiché non svilupperanno mai il sapore del frutto maturo. Anche quando non sono pronte da mangiare, le albicocche devono comunque essere morbide e profumate, e la buccia deve essere vellutata. Da evitare frutti ammaccati o con la buccia che presenta dei tagli evidenti.

PESCA/NETTARINA

Le pesche sono drupe tondeggianti, con buccia sottile che racchiude una polpa gialla o bianca, con venature rosse. Si dividono in tre categorie principali: le pesche comuni, le pesche noci (dette anche nettarine) e le percoche. Le pesche comuni e le percoche hanno la buccia sottile e vellutata, fornita di sottilissima “peluria” è possono avere la polpa bianca o gialla. Le pesche noci o nettarine invece sono caratterizzata da una buccia liscia presenta una polpa più soda è generalmente di colore gialla o bianca a seconda della varietà. Le pesche si trovano in commercio in estate.

CILIEGIE

Le ciliege sono un frutto particolarmente prelibato, reperibili solo in un breve periodo dell’anno che va da maggio a fine luglio. In agosto è ancora possibile trovarne, ma in bassi quantitativi. Le ciliege possiedono notevoli impieghi terapeutici, perchè proteggono il cuore e hanno effetti antidolorifici.

MELA

La mela è il “frutto” più destagionalizzato (lo si trova tutto l’anno) e ciò richiede la presenza di impianti che provvedono alla conservazione e ne distribuiscano la disponibilità su di un ampio arco di tempo. La maturazione naturale varia da fine agosto a metà ottobre. La disponibilità alla conservazione naturale dei frutti è drasticamente diversa nelle differenti varietà; dati gli elevati contenuti in acidi organici, di norma la conservazione va da uno a quattro mesi.

GOLDEN: Questa mela gialla è molto amata per la dolcezza del suo sapore e la croccantezza della polpa. La Golden Delicious è nota per la sua versatilità in cucina perché è perfetta sia in piatti dolci che salati, anche se le nostre nonne sapevano impiegarla in modo particolare per preparare la marmellata fatta in casa e la classica torta di mele.

GRANNY SMITH: La mela verde per antonomasia. Grazie al suo sapore asprigno e rinfrescante, questa mela di origine australiana è ideale nelle insalate e nei sorbetti. Ha la particolare caratteristica di non perdere la forma anche se viene privata della polpa, quindi se scavata si può utilizzare in modo creativo come mela intera da riempire.

FUJI: La mela Fuji nasce nel 1939 nel distretto di Morioka in Giappone e da lì si è diffusa in tutto il globo visto che è la mela più coltivata al mondo. Si presenta con la sua bella buccia rossastra dalle striature gialle e verdi. Croccante, dolce e molto succosa, la Fuji va assaporata al naturale o nelle macedonie.

ROYAL GALA: Si riconosce perché la sua buccia rossa dalle sfumature gialle è liscia e sottile. Visto che va consumata nell’immediato, altrimenti perderebbe l’aroma, è la mela ideale per essere frullata e impiegati in centrifugati e succhi di frutta senza zuccheri aggiunti perché è sempre dolce. Per questo è la mela preferita dai bambini.

PERA

ABATE: Vecchia coltivazione francese, molto diffusa in Italia dove ha ottenuto la certificazione di origine. Da poco si coltiva in Catalogna, Cile e Argentina. Frutto di grossa pezzatura (200 g circa) ha l’inconfondibile forma allungata, buccia sottile di colore verde-giallo, polpa soda e molto succosa, zuccherina e aromatica. La pera è apprezzata da un’ampia schiera di consumatori per gusto, fragranza e succosità. A livello nutritivo contiene una buona quantità di zuccheri semplici (fruttosio di rapida assimilazione), pectine, tannino, sali minerali, acido malico e citrico, oltre che composti fenolici ad azione antiossidante. Di grande digeribilità, la pera svolge un’azione diuretica, rinfrescante e lassativa ed è particolarmente indicata nell’alimentazione di giovani ed anziani.

KAISER: I più grandi paesi produttori sono l’Italia, Cile e Sud Africa. Il frutto è calebassiforme-piriforme, con peduncolo lungo e ricurvo. Possiede un epicarpo ruvido, con buccia rugginosa su sottofondo giallo-bronzeo e con numerose lenticelle evidenti. La polpa è bianco-giallastra, fondente, zuccherina, aromatica e talvolta granulosa.

WILLIAM: I più grandi paesi produttori sono Italia, e Argentina. Il frutto è grosso, turbinato, con peduncolo breve, legnoso e più o meno ricurvo. La buccia è liscia, giallastra, rugginosa intorno all’intersezione del peduncolo, punteggiata e irregolarmente chiazzata di ruggine. La polpa è biancastra, fondente, zuccherina, tipicamente aromatica, fine, compatta e talora leggermente granulosa. La pera è apprezzata da un’ampia schiera di consumatori per gusto, fragranza e succosità. A livello nutritivo contiene una buona quantità di zuccheri semplici (fruttosio di rapida assimilazione), pectine, tannino, sali minerali, acido malico e citrico, oltre che composti fenolici ad azione antiossidante. Di grande digeribilità, la pera svolge un’azione diuretica, rinfrescante e lassativa ed è indicata nell’alimentazione di giovani ed anziani. Queste pere sono particolarmente gradite per il consumo fresco e si adattano, inoltre, a macedonie e cocktail.

DECANA: Il frutto di grossa pezzatura è molto apprezzato sia per la forma, che per l’elevata qualità della polpa. Il frutto ha un epicarpo verde chiaro – giallastro spesso colorato di rosa nella parte esposta al sole e una rugginosità sparsa. È una pera dolce, aromatica e leggermente acidula. La pera è apprezzata da un’ampia schiera di consumatori per gusto, fragranza e succosità.

ANGELENO: Il frutto a volte di forma irregolare, è di media o grossa pezzatura, presenta una buccia verde con lenticelle evidenti e rugginose. La polpa è di colore bianco crema-fondente, di sapore dolce e aromatico.

SUSINA

Con prugne vengono spesso indicate sia le Susine che le Prugne, che sono in realtà due varietà diverse: Prunus domestica (susine europee) e Prunus salicina (susine cino-giapponesi) e sono disponibili da giugno a settembre. Le proprietà di questi frutti sono le stesse e la scelta della varietà da comprare è soggettiva, dipendente dai gusti personali. Le prugne, a seconda delle varietà, hanno forma, dimensione, consistenza della polpa e colore diverso: possono essere tonde od ovali, più grandi o piccole, con polpa croccante o succosa, di colore viola, giallo, verdastra o rossa, con polpa filamentosa e sapore più o meno dolce (contengono fruttosio, xilosio e maltosio) e acidulo per la presenza di alcuni acidi (acido malico, succinico, tartarico e citrico). Le principali regioni di produzione sono Trentino Alto Adige, Piemonte, Marche, Emilia Romagna e Campania.

ANGURIA

L’anguria, o cocomero, indica il frutto e la pianta di una specie della famiglia delle Cucurbitaceae. Si tratta di un frutto molto voluminoso dalla forma ovale o rotonda, da non confondere con il melone. La polpa dell’anguria, di colore rosso e ricca di semi, è costituita per oltre il 90% di acqua, ma contiene anche un discreto quantitativo di zuccheri, soprattutto fruttosio, e vitamine A, C (8.1 mg), B e B6.

MELONE

È il frutto ideale per chi accusa gli effetti del caldo perché è ricchissimo di sali minerali e di potassio (è quello che ne contiene di più in assoluto). Fornisce 30 Kcal per 100 gr , ha molta vitamina A e C (60 mg in 200 gr!), zuccheri in quantità non eccessiva (lo possono mangiare tranquillamente anche i diabetici e coloro che sono a dieta) e ferro (ideale per gli anemici in quanto è una fonte vegetale di ferro). La vitamina A consente di combattere i radicali liberi dell’organismo e quindi ostacolare l’insorgenza di tumori; la vitamina B invece, lotta in prima linea contro la depressione. Inoltre, il melone è un ottimo integratore dietetico perché contiene vitamine del gruppo B e licopene, è leggermente lassativo e amico dell’intestino, disseta, rinfresca e favorisce la diuresi.

ANANAS

In campi soleggiati crescono gli “extra dolci”, così chiamati proprio per la loro polpa succosa e il dolce profumo inconfondibile. L’ananas contiene bromelina, un enzima che rende facilmente digeribili anche le più complesse proteine, e acidi organici, che hanno una funzione diuretica in grado di contrastare efficacemente la ritenzione idrica. Questo frutto è inoltre ricco di vitamina C, betacarotene e manganese, che aiutano a mantenere una pelle luminosa ed elastica.

ARANCE

I principali paesi produttori sono Italia, Spagna, Israele, Turchia, Cile, Argentina e Sudafrica.È un agrume di grandi dimensioni, di forma sferica o ovoidale, dalla pelle liscia o leggermente punteggiata e di colore arancione. La parte polposa e commestibile del frutto è divisa in spicchi con un buon sapore dolce-acidulo.

LIMONI

Oltre all’Italia, altri forti produttori di limoni sono: Spagna, Israele, Egitto, Repubblica Sudafricana, Australia, Argentina e Cile. Hanno buccia dura e uniforme di colore giallo/verde, polpa succosa e alcuni semi interni. E’ ricco di vitamina C. Un solo limone contiene il 35% della vitamina C di cui il nostro corpo ha bisogno quotidianamente. Ha anche una buona quantità di potassio. Disintossica l’organismo e regolarizza l’intestino.

ASPARAGI

Gli asparagi sono ortaggi primaverili teneri e succulenti, estremamente ricchi di proprietà benefiche. Essi rappresentano una varietà perenne, la cui coltivazione in Europa ebbe inizio oltre mille anni fa. L’Italia, insieme alla Francia ed alla Germania, ne è uno dei maggiori produttori a livello europeo. Scegliere di consumare asparagi significa dare la propria preferenza ad alimenti locali e di stagione, oltre che ricchi di proprietà benefiche utili a proteggere il nostro organismo dalle malattie.

ZUCCHINE

I paesi produttori sono: Italia, Spagna, Olanda e Francia. Le varietà sono: Afrodite, Giada, Venda e Senator. La zucchina verde ha una forma allungata e cilindrica, un colore che varia dal verde chiaro al verde scuro; la buccia è liscia, sottile e delicata, qualche varietà è ricoperta da una leggera peluria; la polpa è gialla.